Descrizione immagine

la Vacanza in Romagna, a Misano Adriatico

in riva al mare, con lo sguardo su 50 km di costa

facebook-lungomare-ico.jpg  facebook-lungomare-ico.jpg  tripadvisor-lungomare-ico.jpg 

INFO & BOOKING: info@lungomarerelax.it

  (+39) 0541.612595 - (+39) 328 866 0749

SCOPRI IL TERRITORIO

 

Esperienze ed emozioni nei dintorni di Misano Adriatico

Oltre al mare e alla spiaggia...


Dal mare verso l’entroterra, si incontrano verdi colline e borghi suggestivi. Si possono effettuare camminate, escursioni in mountain bike e a cavallo, nonché emozionanti visite esperienziali tra cultura, natura e sapori.


Da Misano Adriatico si raggiungono velocemente località suggestive come il Parco Naturale del Monte San Bartolo da cui si vede tutto il golfo. Poco distante si trova il Castello di Gradara, nel mito di Paolo e Francesca.


Per i golfisti, il Riviera Golf di San Giovanni in Marignano, a pochi minuti dal Lungomare Relax, dispone di un campo con 18 buche, campo pratica e ospita gare importanti.


Nella Valle del Conca si possono visitare i suggestivi borghi di Saludecio e di Mondaino, l’imponente rocca di Montefiore e, in Valmarecchia, la rocca di Verucchio, la meravigliosa San Leo, il castello di Montebello a Poggio Torriana.


A Rimini si trovano gioielli della cultura come l'Arco di Augusto, il Ponte di Tiberio, il Tempio Malatestiano, la Domus del Chirurgo e l'importante Museo.


Nelle vicine Marche, terra di Rossini e Raffaello, nello splendido territorio del Montefeltro è situata la rinascimentale Urbino, candidata a città della cultura come in Romagna lo è Ravenna. Quest'ultima, con il suo patrimonioartistico culturale, ci riporta fino ai tempi di Bisanzio e, come altri luoghi vicino a Misano Adriatico, è citata dal sommo poeta Dante Alighieri.


Tutto ciò saprà regalarvi emozione, conoscenza e... relax.



GRADARA

Descrizione immagine

Gradara si trova nelle Marche ed è una delle principali mete turistiche dell’entroterra, a pochi minuti dalla costa romagnola. Fa parte de "I Borghi più belli d'Italia" e ha ottenuto la "Bandiera Arancione" dal Touring Club. 


Il suo suggestivo ed imponente castello rimanda alla leggenda d’amore tra Paolo e Francesca, che da sempre affascina turisti e visitatori e ha reso Gradara famosa in tutto il mondo. 


Il territorio di Gradara è ricco d’ulivi, vigneti e ha un’antica tradizione culinaria. La costruzione della Rocca ebbe inizio intorno al XII secolo per volere di Pietro e Ridolfo De Grifo e vide susseguirsi il dominio degli Sforza e dei Della Rovere. 


Chi visita Gradara oggi, può ammirare la Rocca Malatestiana all'esterno e visitarne le sale interne, che ben conservano gli arredamenti d’epoca. Passeggiando sui camminamenti di ronda lo spettacolo panoramico è unico: di giorno, al tramonto e di notte emozione e relax sono garantiti. 


A Gradara, il cui Museo custodisce la storia di 1500 anni, si svolgono molti eventi, tra i quali la rievocazione storica “Assedio al castello” è il principale, oltre a “Giovedì al castello”, “Solsfizio al castello”, “The dragon castle”, “Gradara d’amare” e “Il castello di Natale”, tutti ideali per la famiglia.



MONDAINO

Descrizione immagine

Da Mondaino, nella Valle del Conca, si dominano l’Adriatico e il Montefeltro.


Storicamente, qui si sono succeduti gli umbri e i romani, che diedero origine al legame del paese con la figura di Diana, dea della caccia. Mons Damarum, così chiamato poiché un tempo qui pascolavano i daini, venne poi trasformato in Mondaino e acquisì rilievo con i Malatesta


Entrando attualmente nel borgo da Porta Marina, ci accoglie la bellissima piazza semicircolare, con il porticato neoclassico, set di importanti rievocazioni storiche e spettacoli. Fuori le mura, esplode la natura e la rurale bellezza tra collina e mare, il verde fatto di macchie e di campagne.

 

Passeggiando e pedalando tra i piccoli borghi che fanno parte di Mondaino, sembra di recuperare un tempo perduto. 


A Mondaino non mancano i "Ghiottoni", narrati da Fabio Tombari, celebre scrittore di ironiche storie sulla vita di provincia. Essi arrivano specialmente durante “Il Palio del Daino” (l’evento estivo più importante, autentico e ben organizzato) e in autunno per “Fossa Tartufo e Cerere”, quando si raccolgono i tartufi, con l’olio nuovo e l'estrazione del formaggio di fossa.



MONTEFIORE CONCA

Descrizione immagine

Montefiore Conca è situata in una posizione strategica e molto suggestiva. Fa parte de “I Borghi più belli d’Italia" e ha la “Bandiera Arancione” del Touring Club Italiano. La Rocca di Montefiore, imponente ed affascinante costruzione malatestiana, domina dall’alto la Valle del Conca ed è circondata da boschi e campagne, mentre all’orizzonte si vede l’azzurro del Mare Adriatico e Morciano di Romagna ai piedi del colle. 


Montefiore Conca è una bella meta in qualunque stagione dell’anno. Offre la possibilità di vivere gli antichi percorsi a piedi, a cavallo o in bicicletta. I sentieri dalla Pedrosa conducono a Gemmano e alle Grotte di Onferno, per i colli o lungo il torrente Ventena.


Vari sono gli eventi caratteristici, tra i quali, in estate, “Rocca di Luna” è il più importante, tra arte e spettacoli; in autunno, varie iniziative di enogastronomia richiamano i profumi e i sapori della terra e, in inverno, nel periodo natalizio, il Presepe vivente di Montefiore Conca è sempre molto visitato.

 


REPUBBLICA DI SAN MARINO

Descrizione immagine

La Repubblica di San Marino è la più antica d'Europa. Sorge sul Monte Titano che, facilmente riconoscibile anche da Misano Adriatico sulla riviera riminese, caratterizza il territorio e, assieme al centro storico della città, dal 2008 è stato inserito come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. 


In rapporto al numero di abitanti, San Marino ospita il maggior numero di visitatori, attratti dal suo centro storico con gli innumerevoli negozi in cui fare shopping, le antiche piazze, i palazzi, i musei, le chiese e le case medioevali tutte in pietra che conservano l’aspetto di un tempo. 


Sulla vetta del Monte Titano si ergono le tre Rocche collegate fra loro con muraglie e camminamenti, da dove si può ammirare uno splendido panorama. In questa antica terra ci sono nove castelli, che sono anche le unità amministrative in cui è divisa la Repubblica, ognuno dei quali riserva una scoperta. 


Molte iniziative attraggono il pubblico nel territorio sammarinese, tra cui eventi artistici, rievocazioni storiche, festival musicali, eventi sportivi internazionali.


SALUDECIO
Descrizione immagine

Saludecio, nella Valle del Conca, si trova su dolci e fertili colline. Antichi insediamenti d’epoca romana e alto medioevale sono prova che qui crebbe un paese ricco e potente, in cui visse anche il Santo Amato Ronconi, importante figura religiosa cui sono dedicati il Santuario e il Museo


Saludecio fu protagonista delle continue dispute tra i Malatesta e i MontefeltroDal XIII al XV vennero costruiti la rocca e la vasta cinta muraria attorno al paese. Dopo il dominio malatestiano, potenti famiglie fecero erigere palazzi prestigiosi, mentre intellettuali e artisti locali come Guido Cagnacci acquisirono grande fama. Successivamente venne costruita una chiesa importante e la cittadina diventò capoluogo della vallata.


Elegante, con austerità ottocentesca e un paesaggio circostante dolce e allungato, il centro alterna palazzi raffinati e importanti edifici sacri, alle più semplici case del borgo.


I due eventi principali che nel tempo si sono susseguiti sono “SalusErbe” e “800 Festival”, ai quali si è aggiunto “800NNT”, dedicato al teatro noir. La pittura dei murales sui muri delle case in occasione del Festival, a diretto contatto con il pubblico, ha permesso a Saludecio di entrare a far parte delle “Città dei muri dipinti”.



SAN LEO
Descrizione immagine

San Leo è tra “I Borghi più Belli d’Italia” e ha ottenuto la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano. Citata da Dante Alighieri nella Divina Commedia, ha dato il nome al Montefeltro


Sorge su un imponente masso roccioso con pareti a strapiombo che, fin da tempi remoti, ha avuto valenza sia militare che religiosa. Nel III sec. a.C. i romani costruirono la fortificazione sul punto più elevato. 


Il centro storico di San Leo conserva la sua bellezza originaria. Gli antichi edifici romanici sono: la Pieve, la Cattedrale e la Torre Campanara, cui si affiancano numerosi palazzi dell’epoca rinascimentale, come il Palazzo Mediceo (sede del Museo di Arte Sacra) e il Palazzo Della Rovere (sede del Municipio). 


Cuore di San Leo è la piazza intitolata a Dante che qui fu ospitato, come anche San Francesco d'Assisi. Sulla punta più alta dello sperone si trova la Fortezza di Francesco di Giorgio Martini, dove Giuseppe Balsamo, noto come Conte di Cagliostro, fu rinchiuso fino alla sua morte. 


L’evento più importante di San Leo, che da tempo richiama numerosissimi partecipanti, in particolare appassionati di esoterismo, è “AlchimiAlchimie”, durante la stagione estiva, come anche “San Leo Festival”.



URBINO

Descrizione immagine

Decretato nel 1998 Patrimonio Mondiale dell’Unesco, Urbino esprime la bellezza del Rinascimento ed è meta del turismo culturale proveniente da tutto il mondo. 


Ha origini romane e, grazie al contributo del governo di Federico da Montefeltro, divenne una città moderna e razionale.  Qui nacque Raffaello Sanzio, pittore e architetto, la cui abitazione può essere attualmente visitata. 


Il Palazzo Ducale, voluto da Federico da Montefeltro, con bellissime stanze, la famosa facciata con i torricini e un cortile esemplare, è un mirabile esempio architettonico, che ospita la Galleria Nazionale delle Marche con i dipinti di Piero della Francesca, Laurana e Raffaello


Molto interessanti sono gli affreschi del ‘400 all’Oratorio di San Giovanni, il Duomo e il Teatro Sanzio


Camminare a Urbino è abbastanza impegnativo, per le sue salite e discese anche in pieno centro, ma la bellezza architettonica e lo sguardo sul Montefeltro sanno ripagare appieno. Sede della prestigiosa Università, è stata candidata a diventare “Capitale Europea della Cultura” nel 2019. Uno dei suoi eventi principali è la “Festa del Duca” e, inoltre, ospita molte mostre, essendo nel cuore di importanti esponenti della cultura, tra cui Vittorio Sgarbi.



VERUCCHIO

Descrizione immagine

Definita “Culla dei Malatesta”, Verucchio si colloca sulle prime alture rocciose che si incontrano provenendo dal mare. Ha ottenuto la BandieraArancione del Touring Club Italiano e, oltre che un borgo molto bello, è un interessantissimo punto di osservazione verso il mare e l’interno, con la rocca a strapiombio, da cui si ammira un panorama vasto ed incantevole.


Capitale malatestiana, qui visse Mastin Vecchio, centenario capostipite Malatesta citato da Dante nella Divina Commedia. Molto prima, tra il X e il VI sec. a.C., Verucchio ospitò la grande civiltà villanoviana, testimoniata da numerose necropoli e insediamenti, nonché da reperti molto preziosi, custoditi nel Museo Civico Archeologico, nell’antico Monastero dei Padri Agostiniani. Da vedere anche la Porta del Passarello, la Chiesa della Collegiata, la Pieve Romanica.


La passeggiata nel centro storico mette in risalto l’aspetto medievale, confermando la rilevanza dei suoi Signori nella crescita di questo luogo che, anche nei secoli seguenti, ha avuto sviluppo e prosperità, base della sua attuale vocazione culturale e turistica. Verucchio è oggi un’importante destinazione golfistica, grazie al Rimini Golf Club, attrezzato campo da golf con 18 buche, club house e campo pratica nella prestigiosa e affascinante Tenuta Amalia.


Vari ed importanti eventi, storici, musicali ed enogastronomici caratterizzano Verucchio. Tra questi, il principale è "Verucchio Festival", che si svolge in luglio e la cui direzione artistica è affidata al celebre Ludovico Einaudi.

Crediamo in un sogno per farlo vivere anche a voi. Sul mare, nel cuore.

Lungomare Relax di Ba.Ma s.a.s.  -  p.iva 01986200408  -  via Litoranea Sud, 27  -  47843 Misano Adriatico (RN)  -  Italia  -  website performed by Diego Olivieri

Privacy Policy